29

Oct 13

Denver Broncos vs Washington Redskins

Welcome back Mike

imagesPer la prima volta da quando ha lasciato i Broncos domenica è tornato a Denver uno degli eroi degli anni del Super Bowl, Mike Shanahan, ora capo allenatore dei Redskins. Le emozioni non sono mancate, per lui la standing ovation prima della partita da parte del pubblico è stata più che meritata. Con lui, e con John Elway in cabina di regia, i Broncos hanno vinto gli unici due titoli della loro storia e la franchigia, la città e i tifosi gli saranno sempre riconoscenti. C’è da dire che il comitato di bentornato è durato anche troppo, almeno tutto il primo tempo del match, con una piccola parentesi durata quanto il primo drive offensivo dei Broncos, chiuso col TD. Il resto del primo tempo è stato piuttosto deprimente, con gli attacchi che si scambiavano solo punt e mostravano errori più che azione degne di nota. La difesa inizialmente non concedeva molto ai Redskins di RGIII ma questo non bastava per prendere in mano la partita. L’attacco non ne voleva sapere di ingranare e così il primo tempo si è chiuso con il risultato di 7-7, pochissimo spettacolo e ancora una volta qualche fischio da parte del pubblico di casa.

Terzo quarto da incorniciare

BXnp-bUCcAAMyOENella ripresa però la musica è cambiata, soprattutto per i Redskins che in pochi secondi mettono a segno due touchdown sfruttando due turnover di Manning. Prima un fumble del qb, recuperato dalla difesa, che permette all’attacco di Washington di portarsi in vantaggio con la corsa di Morris. La palla torna a Manning che al primo lancio si fa intercettare da DeAngelo Hall, che riporta il pallone in meta per il secondo touchdown dei Redskins, che si portano in vantaggio 21-7 in pochi secondi. Sembra che la giornata sia proprio di quelle da buttare e iniziano a delinearsi alcune crepe in quelle certezze riguardo la forza di questa squadra. Manning non è d’accordo però e decide di tranquillizzare tutti pareggiando il conto con due touchdown nei due drive successivi, aiutato dal TE Dreesen e da Moreno, che ricevendo i passaggi del qb realizzano il touchdown. Ottima la giocata del RB che guadagna 35 yards dopo uno screen pass prima di varcare l’endzone avversaria. La partita torna in parità ma ci resta per poco, da quel momento in poi i Broncos dominano con una difesa che costringe gli avversari a ben quattro turnover consecutivi e Manning che non si lascia sfuggire l’occasione (nonostante un secondo intercetto) di mettere punti sul tabellone e chiudere il match. Finisce 45-21 per i Broncos e il sorriso torna sulla faccia dei tifosi.

“Solo” 21 punti

redskins_broncos_welker_td_ap_296La nota lieta della giornata è stata certamente la difesa, davvero dominante nel finale di gara. Si è rivisto Von Miller, ancora un po’ sottotono ma che nel momento giusto ha messo a segno un decisivo sack + fumble causato e recuperato da Wolfe, quando l’inerzia del match era ancora in equlibrio, spostandola definitivamente dalla parte dei Broncos. Bene anche i defensive back che intercettano 4 volte i qb avversari (Cousins entrato nel finale per l’infortunio subito da Griffin) e con Dominique Rodgers-Cromartie segnano anche il touchdown riportando il pallone in meta dopo una corsa di 75 yards, con annesso sberleffo al qb avversario che rincorrava il cb verso la meta. I punti concessi agli avversari non sono pochi, 21, ma se vediamo come sono stati ottenuti possiamo dire che almeno 14 siano sotto responsabilità diretta dei turnover di Manning. La prova della difesa è ampiamente positiva, sono stati concessi solo 154 yard su passaggi ed è un grosso passo avanti rispetto alle prove precedenti. Come detto importante è l’apporto di Von Miller che sta lentamente ritrovando la forma, ma ancora più decisivo è stato il ritorno dall’infortunio di Woodyard. Il MLB è il cuore della nostra difesa e con lui in campo tutto gira molto meglio.

Ora si riposa

I Broncos arrivano al giro di boa sul 7-1, ora gli aspetta la settimana di BYE. Il recordo è buono e rispecchia le attese, anche se la sorpresa Kansas City sta facendo meglio, 8-0 addirittura il record per loro e primo posto in AFC West nelle loro mani per il momento. La settimana di riposo sarà importante per tirare un po’ il fiato e cercare di apportare quelle modifiche in quelle fasi del gioco che non vanno. Dalla difesa (questa domenica esclusa) in difficoltà sui passaggi, ai troppi fumble fatti dall’attacco. Il rientro vedrà i Broncos impegnati contro i Chargers, i Patriots e due volte proprio contro i Chiefs, per quattro match davvero duri che decideranno le sorti della AFC West e probabilmente di tutta la conference.

MHC MVP: Knowhson Moreno – 6 ricezioni per 89 yards e 1 td. 14 corse per 44 yards.

Share

3 Comments

  1. Huskie79 says:

    Già…adesso pausa e poi 4 match decisivi.
    Settimane fa avevo cominciato a parlare dei Chiefs, ed i fatti mi stanno dando ragione. Tanta difesa, pochi errori, e pur non dominando mai in maniera netta le partite le portano a casa.
    Resto convinto che continuiamo ad avere il destino nelle nostre mani, siamo tranquillamente in grado di vincere entrambe le gare con Kansas City che di fatto chiuderebbero il discorso division, ma occorre restare concentrati.
    La vittoria di domenica non mi esalta più di tanto, Washington è davvero poca cosa ed RGIII è lontano parente del giocatore ammirato nella stagione da rookie…eppure per più di mezza partita gliela stavamo decisamente regalando…insomma sto notando una certa “inversione di tendenza” rispetto alle prime giornate, l’attacco (e Peyton in primis) non mi sembrano così chirurgici come ci avevano abituato (anche se mantenere quegli standard era inverosimile), mentre la difesa cresce e questa non può che essere una lieta notizia.
    Come giustamente detto nell’articolo abbiamo concesso pochissimo e i 21 punti subiti sono per due terzi regali gentilmente concessi dall’attacco.
    Cresce anche la condizione di Von Miller, molto più incisivo rispetto alla partita precedente, ed ottimo rientro del fondamentale Woodyard.
    Volevo infine spendere una parola per un giocare di cui si parla spesso poco, la cui acquisizione estiva era passata un pochino sottotraccia…Rodgers-Cromartie.
    Sta giocando benissimo dall’inizio della stagione, fisico esplosivo, molto concentrato e si sta dimostrando anche ottimo colpitore. Davvero un grande acquisto per una secondaria che, non dimentichiamolo, sta facendo a meno dall’inizio del vecchio Champ, che tra età non più verdissima e acciacchi vari non se rivedremo più come prima.
    Insomma il giro di boa è andato…adesso prendiamo fiato e poi andiamo ad asfaltare San Diego e quel pompato di Rivers! 😉
    LET’S GO BRONCOS!!!

  2. Alo says:

    Seconda vittoria consecutiva della difesa e partita inguardabile di Manning che, a parte fumble e intercetti, non mette a segno un lancio vero. Bravi i ricevitori a guadagnare yards dopo il passaggio, ma io non è ho visto uno più lungo di 5 yards! Forse preferivo il Peyton di gennaio in versione genuflessione…

  3. bottigol says:

    Vista da un albergo di Londra di ritorno da wembley per 49- jags è tutta un’altra storia.

    Anche se in realtà quando ho acceso la tele ho visto 21-7 per poco non mi piglia un infarto e dopo aver visto quella rimonta mi chiedo ancora ora come abbiamo fatto a fargli fare 21 punti bah.

Leave a Reply