Archive for August 2011

La terza partita di preseason è sempre quella più importante, e più indicativa. I titolari giocano tutto il primo tempo e a volte anche il terzo quarto, e quindi si può già intuire come sta andando la preparazione e a che punto è l’intesa di squadra.

Stando a queste premesse, i Broncos sembrano davvero sulla strada giusta. I titolari infatti, finchè in campo, hanno messo a tabellone 17 punti, con due drive da touchdown, e concesso solo 3 punti agli avversari, mettendo in mostra un’ottima solidità generale, e una difesa che sembra davvero aver cambiato pagina rispetto alle annate precedenti. Ma è solo preseason e non bisogna montarsi la testa.

L’attacco titolare ha iniziato con la solita formazione ma con qualche difficoltà a muovere la palla in attacco. Kyle Orton non ha iniziato nel migliore dei modi, lanciando il primo intercetto di stagione su una lettura completamente sbagliata. Sul finire del primo tempo però si è ripreso, mettendo a segno due drive che hanno portato 10 punti sul tabellone. Il primo è stato chiuso con la corsa da 2 yards di Willis McGhee (terzo touchdown per lui in preseason), e l’altro con un ottimo field goal dalle 57 yards di Matt Prater. Da notare che successivamente lo stesso Prater ha mancato per un soffio un incredibile calcio dalle 69 yards, arrivando solo un paio di yard corto, davvero notevole.

L’altro touchdown è arrivato nel terzo quarto, quando Kyle Orton ha pescato Erik Decker un passo dentro la endzone con un lancio di 6 yards. A metà del terzo quarto Orton ha lasciato il campo, per lui 16 su 23 per 236 yards, 1 td e 1 int alla fine.

Read on »

Share

Cominciano ad arrivare i primi tagli al roster, che entro il 3 settembre dovrà essere portato a 53 giocatori.

Oggi sono stati rilasciati i seguenti giocatori:

– CB Nate Jones

– RB C.J. Gable

– MLB Braxton Kelley

– LB Deron Mayo

– G Shawn Murphy

– T Curt Porter

– DE David Veikune

Unico taglio di nome, anche se largamente previsto, il cb Nate Jones, l’anno scorso non molto produttivo, e quest’anno partito male in preseason.

 

Share

Secondo match di preseason per i Broncos, e prima vittoria stagionale. Allo Sports Authority Field at Mile High, i ragazzi di coach Fox sono autori di una prestazione convincente. Sia in attacco che in difesa, i titolari, in campo per quasi tutto il primo tempo, tengono testa ai titolari dei Bills chiudendo il primo tempo con due drive da touchdown e concendendo solo un field goal agli avversari.

Le indicazioni positive cominciano dall’ottima prestazione di Kyle Orton, ormai induscusso qb titolare, autore di una gara maiuscola. 10 su 13 per 135 yards, 1 TD per lui e un qb rating intorno ai 135. Sempre preciso, sia sul corto che sulla media distanza, solo una volta in difficoltà e costretto a subire un sack della prima scelta dei Bills, quel Marcel Dareus tanto accostato ai Broncos nei discorsi pre draft. Con questa prestazione Orton ha cementato la sua posizione di starter indiscusso dei Broncos, e vista anche la retrocessione di Tim Tebow a terzo quarterback, inizia a sembrare quantomeno curiosa l’idea del management di liberarsi di Orton prima della stagione. Forse qualcuno ringrazierà Orton per non aver accettato il contratto offerto dai Dolphins…

Read on »

Share

Il DT Ty Warren sarà operato martedi prossimo per ridurre lo strappo parziale al tricipite infortunatosi qualche giorno fa in allenamento. Inizialmente lo staff dei Broncos aveva sperato di poter effettuare una strategia più conservativa, evitare l’operazione e sperare in una naturale guarigione del muscolo, ma evidentemente le condizioni non erano così favorevoli. I tempi di recupero per questo tipo di infortunio variano dai tre ai sei mesi, il che vuol dire gran parte della stagione persa. Ora pare che si aspetterà l’inizo della stagione per capire se vale la pena tenere un posto a roster per l’uomo di linea difensiva, oppure inserirlo nella injury list e dire addio alla sua stagione.

Warren è stato il free agent più caro firmato dai Broncos con un salario per quest’anno di 1,5 M$ oltre a un bonus alla firma di 2.5 M$. Chiaro quindi l’interesse a fare tutto il possibile per vedere almeno in parte fruttare i soldi spesi. Anche se le probabilità sono poche. Nel migliore dei casi Warren potrebbe giocare le ultime sfide, ma dopo aver perso tutto l’anno scorso per infortunio e aver saltato il training camp per intero, o quasi, non vedo molte possibilità per lui di presentarsi in uno stato decente di forma.

A mio parere verrà messo nella injury list all’ultimo momento utile, come successo l’anno scorso con Dumervil. I Broncos dovranno reinventarsi qualcosa per la loro linea difensiva, più volte indicata come punto debole (se non debolissimo) della squadra. Al momento i titolari saranno Brodrick Bunkley, mezzo bust preso dagli Eagles, e Kevin Vickerson. Marcus Thomas dovrebbe recuperare per le prime giornate di regular season. Dietro di loro c’è Ryan McBean (conivolto proprio ieri in una piccola rissa con l’offensive line Eric Olsen) e il nuovo arrivato DeMario Pressley, pescato dalla lista dei waivers (ex Colts). Inoltre il DE Jeremy Jarmon, è stato provato all’interno nel ruolo di DT.

Insomma ci sarà da usare la fantasia e queste tre gare di preseason serviranno di certo a dare indicazioni utili. Tuttavia è possibile che almeno uno dei due DT titolari a inizio stagione, non sia ancora in rosa in questo momento.

Share

Guardate bene questa foto perchè non la vedrete più… da oggi benvenuti allo Sports Authority Field at Mile High!

Questo il nuovo nome dello stadio dei Denver Broncos. Ieri è stato ufficializzato l’accordo tra la Invesco, che possedeva i diritti per il nome fino al 2021, e la Sports Authority, società che si occupa di abbigliamento sportivo con sede a Denver, precisamente nel quartiere di Englewood. Il nuovo nome è piuttosto complesso, non di facile pronuncia, ma in generale piace di più del vecchio. Piace alla comunità di Denver che il nome provenga da un’azienda locale, un marchio famoso e diffuso in Colorado, e non da una società finanziaria con sede alle Bermuda. A dire il vero la gente non ha mai amato il nome Invesco Field at Mile High e credo anche che difficilmente si innamorerà del nuovo, per tutti lo stadio è e rimarrà semplicemente il “Mile High Stadium”, come il mitico predecessore.

La Sports Authority pagherà per i diritti 6 milioni di dollari all’anno, metà dei quali vanno ai Broncos, e l’altra metà al distretto cittadino dove è costruito lo stadio, che userà i fondi per la manutenzione e l’organizzazione di altri eventi non legati al football, come concerti o convention politiche, come già successo in passato.

Speriamo che il nuovo nome, insieme al ritorno all’arancio come colore principale per le divise casalinghe (ufficiale dal 2012) portino fortuna ai Broncos.

Share

Il RB LenDale White è stato tagliato dai Denver Broncos. Reduce da una stagione in infermeria, evidentemente non ha convinto il coaching staff, che ha deciso di liberarsi oggi del giocatore. La sua presenza a roster non era garantita, ma pare quantomeno strana la scelta di non provarlo ulteriormente in preseason. C’è da dire che le buone prove del rookie Jeremiah Johnson sicuramente hanno tolto spazio al ragazzo nativo di Denver, che non avrà così la possibilità di giocare per la squadra della sua città.

Share