Archive for December 8th 2011

Quinta vittoria di fila in trasferta e sesta in sette partite. Da 1-4 a 7-5. Primo posto (a parimerito) nella AFC West raggiunto.

Poteva sembrare prevedibile la vittoria contro i Vikings (2-10) senza il loro miglior giocatore, Adrian Peterson, con un rookie QB, Christian Ponder, al comando e in pessima condizione. La vittoria è arrivata, ma ancora una volta all’ultimo secondo. Il field goal di Matt Prater mentre il cronometro segna lo 0, evita i supplementari e da ai Broncos un’altra vittoria che aumenta il morale e la consapevolezza di questa squadra e di tutto l’ambiente.

Anche questa volta non è stata certo una passeggiata e si è sofferto anche più del dovuto, arrivando a due minuti dal termine sotto di 3 punti.

Domenica la difesa ha avuto parecchie difficoltà, non riuscendo a confermare le ultime ottime prove a cui ci aveva abituato, concedendo troppo sui passaggi, ben 381 yards per il record stagionale e di carriera di Ponder. Quasi la metà sono passaggi finiti nella mani del wide receiver Percy Harvin, ex compagno di Tim Tebow nei Gators ai tempi del college. Per lui giornata fantastica con 8 ricezioni, 156 yards e 2 td con due grandi giocate.

Il solito inizio lento dell’attacco dei Broncos è compensato dalla grande giocata di Mario Haggan, schierato al posto dell’infortunato Von Miller, nel primo quarto intercetta e riporta in meta un passaggio sbagliato di Ponder, dando il parziale vantaggio ai Broncos e un po’ di respiro all’attacco, partito con le polveri bagnate.

Nel primo tempo però la partita è difficile, I Vikings riescono a tenere palla stancando la difesa e lasciando fuori dal campo l’attacco dei Broncos, e mettono a segno un TD con il tight end Kyle Rudolph e due field goal, che sommati alla safety conquistata nel primo gioco offensivo di Denver, fa si che il punteggio a fine primo tempo sia 15-3 per i viola. Read on »

Share