Archive for November 12th 2011

Siamo giunti a metà stagione e il record è un non eccezionale 3-5. E’ il momento buono per fare un’analisi, ruolo per ruolo, di come stanno andando i Denver Broncos, dando i voti ai giocatori principali. Cominciamo in questo post a parlare dei quarterback.

Tim Tebow

Ha fatto il suo esordio all’intervallo della partita persa contro i Chargers in week 5, dopo di chè è diventato titolare e ha condotto i Broncos nelle successive tra partite. Il record è positivo, 2-1 per il momento. In queste partite si è visto di tutto, un qb impreciso, sotto pressione, che subisce troppi sacks, che non riesce a pescare i ricevitori liberi con passaggi che sembrano banali. Questi tutti i lati negativi che si conoscevano e che si speravano risolti, ma al momento non è ancora così, tutti i limti restano li, ben in evidenza a far storcere il naso ai critici e a lasciare dubbi ai tifosi.

Si è visto anche però il suo lato positivo, la rimonta incredibile in quei 5 minuti magici contro Miami e la vittoria convincente contro Oakland, fatta di corse (118 yards) più che di passaggi e con un attacco rimodellato sulle sue esigenze. Si è vista una maggiore abilità a evitare i sacks e una maggiore confidenza. La vittoria inoltre darà morale a lui e a tutta la squadra, con i compagni di attacco che devono sentirsi a loro agio e devono avere fiducia nei nuovi schemi e nel loro nuovo qb, altrimenti la squadra ne risente. Da migliorare c’è decisamente la percentuale sui passaggi e la velocità di lettura della difesa.

Satistiche: 45 su 97 (46%) per 536 yards, 6 TD 1 INT 14 Sacks, QB Rating 80.1 – 39 corse per 277 yards e 1 TD.

Voto 6: è ancora ovviamente troppo presto per dare un giudizio definitivo su quello che sarà Tim Tebow in NFl, ma per il momento con il record 2-1 non può che essere sufficiente. Non di più per il momento.

Kyle Orton

E’ stato il titolare per le prime 4 partite e mezza, fino a che John Fox non ha ritenuto fosse il momento di cambiare, troppo brutto quello che si stava vedendo. Orton si era guadagnato il ruolo di titolare con un buon training camp e una discreta preseason, dopo aver sfiorato la trade prima della stagione. Le prime uscite stagionali però hanno mostrato un qb molle, spaesato, mai decisivo e troppe volte impreciso. Sicuramente peggio di quello dell’anno precedente, segno che non ha saputo gestire la pressione e il peso di Tim Tebow e soprattutto la sua fiducia nel coaching staff e in tutto l’ambiente non era più così forte.

Con lui si sono perse 4 partite (compresa quella in cui è stato sostiuto all’intervallo) e vinta solo 1. Considerando che l’anno prossimo sarà free agent, era scontato cambiare. Continuare con lui non sarebbe servito a nessuno.

Statistiche: 91 su 155 (58%) per 979 yards, 8 Td 7 Int QB Rating 75.7, 9 Sacks

Voto 4: probabilmente si è visto il peggior Orton possibile. Impossibile per lui pensare a un futuro ai Broncos.

Brady Quinn

mai sceso in campo, è diventato il backup dopo l’accantonamento di Orton. Se Tebow dovesse fallire potrebbe avere le sue chance di giocare qualche partita a fine stagione. Contratto in scadenza a fine anno.

Share